NON solo tradizione …

il nostro Ryukyu Kempo Karate si basa sulla filosofia Kaizen, miglioramento continuo senza fine.

è per questo che è un’ arte in continua evoluzione.

la pratica si basa sulle 3 K fondamenta del Karate.

KataKihon – Kumite

e le fondamenta tecniche prendono spunti dal Karate, dal Kempo e dal Kyusho, per poi essere integrate costantemente dalle esperienze personali che facciamo. il Ryukyu Kempo è il Karate Antico di Okinawa, un Karate famigliare, con vaie radici tra il Giappone e la Cina , ( Ryukyu Kempo = pugno cinese delle isole Ryukyu ) nel quale non si è perso, anzi è fondamenta portante la conoscenza del Kyusho Jitsu ( attacco alle aree anatomiche più deboli ) e del Tuite Jitsu ( manipolazione delle articolazioni ).

il programma progressivo è incentrato sulla difesa personale, e come tale analizziamo come evitare gli scontri, attraverso l’osservazione dell’ambiente e la gestione delle situazioni, per poi difenderci se non abbiamo altra possibilità.

Kata – Kihon – Kumite è una progressione che interagisce e si intreccia.

I Kata per noi significano analisi, analisi dei movimenti e analisi delle situazioni. ci sono problemi, domande a cui diamo soluzioni, risposte, per poi passare alla verifica e alla crescita. Sono praticati da soli e ci permettono di allenare la mente, immaginando e praticando alla massima intenzione, cosa che non sarebbe possibile con un uke.

I Kihon per noi sono le tecniche base, ripetute all’infinito. Si praticano sia da soli che con il compagno in modo ciclico, con un livello di stress che può essere nullo ma anche intenso. il lavoro è fatto in modo collaborativo, per immettere memorie muscolari e meccanismi di coordinazione e abilità che devono divenire istintivi.

Kumite si pratica con uno o più compagni. nella nostra scuola non significa solo combattimento, ma vuole essere l’area di lavoro della verifica, quindi può avere varie forme e vari livelli di difficoltà. è essenzialmente il lavoro non collaborativo. Pratichiamo in questo modo sia in un contesto di  difesa personale , sia in un contesto di sport da combattimento. l’obbiettivo finale è la difesa da attacchi spontanei e non collaborativi.

questi tre punti cardine, sono parte di un cerchio, fatto di infinite varianti al suo interno. L’arte dell’adattarsi ai problemi, del trovare delle soluzioni e del non adagiarsi mai, cercando il miglioramento continuo è il nostro Ryukyu Kempo Karate – Kyusho.

per farlo c’è la necessità della scuola, del trovarsi in modo costante con i compagni di allenamento. La pratica deve essere un misto di lavoro da soli, ma anche uno scambio continuo con compagni diversi. Non c’è altra via, se non dedizione, sacrificio, costanze e ore ore lavoro da soli e con il gruppo.

 

ecco una piccola videoclip dell’allenamento di ieri sera, sul topic Kempo Light, lavoro libero a contatto controllato con l’utilizzo di protezioni.

Con le parole chiave , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati